Translate

martedì 12 agosto 2014

Panettone gastronomico


Da tempo volevo provare questo lievitato salato anche se, lo ammetto mi metteva un po di ansia, cosi in occasione del nostro compleanno, si nostro, perchè oltre al blog condividiamo anche il giorno di nascita, abbiamo fatto una festicciola con parenti ed amici e eccolo sulla tavola del nostro buffet...
Buonissimo, morbidissimo e con un profumo di burro inebriante, seguite la ricetta, davvero semplice, più di quanto immaginassi...


600 gr di farina manitoba
250 ml di latte
2 uova
35 gr di zucchero
10 gr di sale
100 gr di burro di qualità
1 bustina di lievito di birra secco

Ho preparato l'impasto avvalendomi della mia fidatissima macchina del pane in questo modo, ho misurato in una caraffa graduata il latte, ho unito le uova e le ho sbattute, poi lo zucchero ed il sale, ho versato questi liquidi nel cestello della macchina del pane, ho aggiunto, il burro morbido a pezzettini, tutta la farina ed il lievito.
Ho avviato al programma impasto e lievitazione e ho lasciato lavorare la macchina al posto mio.
Al bip, impasto pronto, ho rovesciato l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato ho fatto un paio di giri di pieghe per rafforzare l'impasto, troverete come fare seguendo uno dei numerosi video presenti su youtube, ho pirlato l'impasto e l''ho messo in uno stampo da panettone da 1 kg.
A questo punto l'ho messo a lievitare nel forno spento, mantenendo la lucina accesa, fino a che non è arrivato al bordo, complice il caldo è bastata un ora o poco più.
A questo punto ho estratto il panettone, e ho portato il forno alla temperatura di 180°C.
Ho spennellato di uovo mescolato a latte la superficie del panettone, ho infornato al ripiano più basso del forno per circa 30 minuti, comunque controllando la cottura con uno spiedino di legno, potrebbe volerci poco di più o poco di meno, dipende dal forno che si sta usando, se scurisce troppo andrà coperto con un foglio di carta di alluminio.
Va lasciato raffreddare su di una gratella, quando sarà completamente freddo va coperto con la pellicola e messo in frigo e tagliato solo il giorno successivo.

Le farciture sono innumerevoli, si basano sui gusti individuali.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...